Sono assolutamente sicuro che Edgar Allan Poe potrebbe viaggiare in tempo. So che potresti già pensare a me, ma per favore, ascoltami fino alla fine.

Non solo in circostanze ben notela sua vita: orfana dalla nascita, maestra di criptologia, genio di un romanzo gotico e padre di un detective. Inoltre, non sto parlando delle strane circostanze della sua morte, nelle quali puoi spezzarti la testa: è stato trovato in una grondaia, aveva gli abiti di altre persone, e anche prima della sua morte, lo scrittore ha delirato un certo Reynolds, la cui identità non si è mai ripresa. Sono già in silenzio sul misterioso uomo in nero, che per settant'anni appare sulla tomba di Poe il giorno e l'epoca in cui è nato lo scrittore, con un bicchiere di cognac e tre rose.

Sì, questi sono dettagli curiosi di una tragica mortescrittore, ma difficilmente servono come prova del fatto che il classico americano potrebbe superare i limiti di spazio e tempo. La mia ipotesi Per quanto riguarda le opere dello scrittore, che, come si vedrà, sono stati così profetica che renderà la mia congettura capricciosa sembrava plausibile - anche se non - probabilmente!

La mia prova è una serie di connessioni deboli tra la nave di cannibali, le lesioni cerebrali e le particelle originali. Quindi, andiamo.

Vestchad No. 1: "Il racconto delle avventure di Arthur Gordon Pym"

Scritto nel 1837, l'unico finitoromanzo Secondo la storia dell'ammutinamento su una nave baleniera persa nel mare. Dopo aver speso tutte le riserve, nella disperazione i marinai ricorrono al cannibalismo e al cast, che scelgono di sacrificarsi. Un ragazzo di nome Richard Parker tira fuori la cannuccia più corta, dopo di che viene mangiato.

Ecco dove le cose prendono una svolta strana: nel 1884, quarantasei anni dopo la pubblicazione del romanzo, i quattro uomini sarebbero stati abbandonati alla misericordia del destino dopo il naufragio. Preso senza cibo per sopravvivere, decidono di mangiare un ragazzo di diciassette anni. Il ragazzo si chiamava Richard Parker.

Il sorprendente parallelo è rimasto inosservatoquasi cento anni, fino a quando la lettera fu ampiamente accolta dal discendente del vero Parker, in cui c'è una somiglianza tra l'episodio del romanzo e l'evento reale. La lettera è stata pubblicata sulla rivista Sunday Times dopo che il giornalista Arthur Koestler ha pubblicato un appello per inviarlo storie con sorprendenti coincidenze. Davvero fantastico.

Vestchad №2: "Delets"

Nel 1848, il ferroviere Phineas Gage,che è stato anche menzionato in questo trauma craniocerebrale longricamente sofferto a causa del fatto che l'asta di metallo gli è passata attraverso la testa. Miracolosamente, è riuscito a sopravvivere, ma la sua personalità è cambiata senza riconoscimento. I cambiamenti nel suo comportamento sono stati attentamente studiati e hanno permesso alla comunità medica di comprendere il ruolo svolto dalla parte frontale della cognizione sociale.

Ma un decennio prima di questo da alcuni sconosciutiHa già capito che la sindrome del lobo frontale provoca profondi cambiamenti nel carattere di una persona. Nel 1840, scrisse in maniera intrinseca una terribile storia chiamata "Delec" su un narratore senza nome che, da bambino, subì un trauma cranico, che lo portò a epidemie sociopatiche crudeli e regolari e ossessive.

Avendo una comprensione così accurata della sindromeil lobo frontale, che il famoso neurologo Eric Altschuler scrisse quanto segue: "Ci sono dozzine di sintomi, e Po conosceva ognuno di loro ... Questa storia descrive tutto, quasi non conosciamo altro". Altshuler, ti ricordo, un neurologo con licenza medica, e non un po 'pazzo, dice anche: "Tutto è così preciso che è solo strano, come se avesse una macchina del tempo".

Vestchad No. 3: "Eureka"

Ancora non ci credi? Che cosa succede se ti ho detto che all'origine dell'universo predetto descrizione ottanta anni prima che la scienza moderna ha cominciato a sviluppare la teoria del Big Bang? Naturalmente, il dilettante astrologo, senza istruzione formale in astronomia non poteva esattamente descrivere i principi dell'universo, rifiutando inesattezze diffuse nel risolvere il paradosso teorico che sconcertato tutti gli astronomi poiché Keplero. Ma questo è quello che è successo.

La visione profetica venne sotto forma di "Eureka", un poemain prosa, scritto in 150 pagine, su cui i critici hanno risposto come un prodotto di un'immaginazione malata e l'hanno fischiato per la sua complessità. Creato nell'ultimo anno della vita dello scrittore, "Eureka" descrive un universo in espansione, che ha avuto origine come risultato di un "istantaneo" e originato da una "particella originale".

Sopra proporre la prima spiegazione correttaparadosso di Olbers, rispondendo alla domanda perché, dato l'enorme numero di stelle nell'universo, il cielo notturno è scuro - la luce di queste stelle nell'universo in espansione non ha ancora raggiunto il sistema solare. Quando Edward Robin Harrison pubblicò "Darkness of the Night" nel 1987, notò che "Eureka" anticipava i dati ricevuti da lui.

In un'intervista per la rivista "Nautilus" italianal'astronomo Alberto Kappi parla dell'intuizione di Poe e ammette: "È incredibile come Poe sia arrivato a un universo in via di sviluppo dinamico, perché durante la sua vita non c'erano dati o osservazioni che permettessero tale opportunità. Nessun astronomo nel tempo di Po e non potevo immaginare l'universo nonstatico "

Ma se non ci fosse il tempo? E se fosse fuori tempo? E se le sue profezie sulla morte cannibale di Richard Parker, i sintomi della sindrome del lobo frontale e la teoria del Big Bang fossero solo appunti di viaggio del suo viaggio attraverso un continuum senza tempo?

Naturalmente, dico, come uno psicopatico con un coperchio di alluminiosulla testa, ma è possibile che molte altre profezie del genere siano disperse negli scritti dello scrittore, il che è molto probabilmente dato dalla dichiarazione del New York Times: "Per molto tempo è rimasto uno scrittore sottovalutato, e fino ad oggi i suoi lavori non sono stati sufficientemente studiati"

Vi lascerò con questa citazione dalla corrispondenza di Poe e James Russell Lowell nel 1844, in cui Poe si scusa per il suo lungo silenzio e pigrizia:

"Vivo una preoccupazione costante per il futuro. Non ho fiducia nella coltivazione dell'uomo. Credo che nessuno sforzo umani saranno concepire un effetto significativo sulla umanità nel suo insieme. Le persone sono ora attivi solo, ma non il più saggio e più felice di 6.000 anni fa. Il risultato non cambierà mai, e di credere il contrario - si presume che le persone precedenti abbiamo vissuto in tempo inutilmente e perso - questo è il germe del futuro che la miriade morti non erano uguali a noi, come noi non siamo uguali ai nostri discendenti. Mi rifiuto di trascurare l'individualità umana nella massa umana. Lei parla di "la mia valutazione della vita", e da quello che ho già detto, si capirà che non posso darle. Sono troppo profondamente cosciente della volatilità e cose temporali Fleetings per fare uno sforzo sostenuto per fare qualcosa o per essere coerenti nel nulla. La mia vita era un capriccio, impulso, passione, desiderio di solitudine, il disprezzo per tutti gli esseri e sincero sentimento in futuro "

Preso da qui.

Commenti 0