Ogni anno i cristiani si rallegrano della nascita di Cristo, il giorno in cui Gesù Cristo nacque molti anni fa.

Ortodossi e cattolici hanno date diverse per questoeventi - nella tradizione ortodossa, la festa cade il 7 gennaio, secondo il calendario gregoriano, nella tradizione cattolica secondo il vecchio stile, e ce l'hanno il 25 dicembre.

Cosa fanno i cattolici per Natale?

Per i cattolici è soprattutto una festa di famiglia- il momento in cui i parenti si radunano in una casa per una cena festiva, comunicano, si scambiano regali di Natale. Nella Chiesa cattolica si tengono tre messe - di notte, di mattina, di pomeriggio; simboleggiano la nascita di Gesù prima nel seno del Padre, poi nel seno della Vergine Maria - e nell'anima di ogni persona.

Tuttavia, non tutti vanno a venerare a Natale. I miscredenti festeggiano con piacere, semplicemente trascorrendo del tempo con la loro famiglia e facendo regali. Natale decorare la casa con ghirlande e decorare anche l'abete. I bambini non vedono l'ora che arrivi Babbo Natale (Pierre Noel, Joulupukki) - deve venire la vigilia di Natale e organizzare i regali. Per i regali appendere calzini vacanza.

Cosa fanno i cristiani ortodossi per Natale?

A differenza dei paesi cattolici, dove il Natale è più laico, negli ortodossi, è più severo. I miscredenti sono solitamente limitati al nuovo anno e il Natale non è celebrato.

La differenza dai paesi cattolici è anche nel digiuno,che gli ortodossi tengono prima delle vacanze. Nel Natale veloce, non puoi mangiare latticini, carne e pesce - quest'ultimo può essere mangiato nei fine settimana. Sotto il divieto e l'alcol. I cattolici durante il digiuno raramente si limitano nel cibo, è solo che in questo momento è comune visitare spesso il tempio, impegnarsi nella loro vita spirituale.

Il servizio si svolge la notte tra il 6 e il 7 gennaio. Dura fino al mattino Consiste del Grande Late Night, Morning and Liturgy.

Vediamo come il Natale si sta svolgendo in altri paesi ortodossi.

Serbia

Qui c'è una tradizione speciale: prima di Natale preparano o acquistano un badnyak - un bouquet di rami secchi di quercia con foglie autunnali gialle e un fascio di paglia. Dopo il servizio in chiesa, i falò sono accesi davanti alla chiesa e un mazzo di fiori viene bruciato. Questo è considerato un simbolo del fuoco che i pastori hanno allevato da Betlemme per riscaldare il piccolo Gesù.

Negli incendi bruciano tutte le disgrazie, i fallimenti e le malattie. Se da cattivo volano un sacco di scintille - per essere felice il suo proprietario.

Israele

Nella patria di Cristo celebrano il Natale comeCattolici e ortodossi. Anche se la Chiesa di Gerusalemme celebra questo giorno con i servizi la notte del 7 gennaio. A Natale, i cristiani in Israele si sforzano di visitare la Basilica della Natività di Cristo e la grotta dove è nato Cristo.

Georgia

In questo paese, dopo il servizio tradizionale, iniziano le passeggiate natalizie per le strade, accompagnate dal canto. Durante le marce vengono raccolti regali che vengono poi trasferiti in orfanotrofi.

Dopo il servizio, le candele vengono portate a casa. Le candele accese sulla finestra significano che sono sempre i benvenuti alla Vergine Maria - perché a Betlemme, nella notte della nascita di Cristo, il rifugio per lei non è stato trovato.

Grecia

Nonostante il fatto che il paese sia ortodosso,Il Natale è celebrato qui con un nuovo stile - 25 dicembre. I greci hanno molte tradizioni associate alla vacanza - ad esempio, la pulizia del camino il giorno prima. Pulire la cenere dal camino della cenere, il tubo: scoraggiando così la casa delle forze impure. E i bambini a Natale imparano i canti di Natale e vanno nelle loro case, cantandoli e ricevendo una ricompensa di cibo.

Ti consigliamo di leggere il materiale Cosa è fatto per Pasqua.

Commenti 0